ANILA HANXHARI: L’OLOCAUSTO DELLA LIBERTA’

“Quindi i satrapi, i prefetti, i governatori e i consiglieri del re
si radunarono per osservare quegli uomini:
il fuoco non aveva avuto alcun potere sul loro corpo,
i capelli del loro capo non erano stati bruciati,
i loro mantelli non erano stati alterati
e neppure l’odore di fuoco si era posato su di loro”
(Daniele 3:27)

Pescara, 6.01.2017 – Testimonianza di Dimitri Ruggeri sulla lettura della silloge “Tiro a sorte la libertà”  di Anila Hanxhari – Nella complessa declinazione e interpretazione dei testi sacri ebraici il Midrash potrebbe essere inquadrato come una “predisposizione dell’anima” che non si ferma al senso letterale delle parole ma cerca di andare oltre il segno e il suono. Tra le diverse fonti, senza addentrarmi pericolosamente in una materia teologica tanto complessa, questo “strumento” arriva a detonare i caratteri della spiritualità interiore femminile. Leggi tutto ANILA HANXHARI: L’OLOCAUSTO DELLA LIBERTA’

Mario Vitale: Là dove curva il canale

Mario Vitale.jpg

Poesie scelte da Dimitri RuggeriLeggi tutto Mario Vitale: Là dove curva il canale

Shiva Guerrieri: Luci dal fondo

Recensione al libro Luci dal fondo (2016, Portofranco) di Shiva Guerrieri a cura di Dimitri Ruggeri – “Andrò in giro da solo e mi troverai sbattuto / in qualche bar fottuto /imbottito di veleno e fragilità”. Potrebbe essere sintetizzata in questi tre versi, tratti dalla poesia “Fragilità e veleno”, la tensione emotiva e poetica dell’intera silloge. Rabbia, amore, gelosia, amicizia e introspezione sono alcuni dei temi che caratterizzano questa sorta di canzoniere empatico a ritmo di beat. Leggi tutto Shiva Guerrieri: Luci dal fondo

Anila Hanxhari: pure Dio è sotto assedio

anila2

Poesie tratte dalla raccolta inedita Tiro a sorte e libertà scelte da Dimitri RuggeriLeggi tutto Anila Hanxhari: pure Dio è sotto assedio

Cristina Mosca: oceano, sangue, distesa di lava

Foto Cristna Mosca

Poesie scelte da Dimitri Ruggeri . “Cos’è per me la poesia? Una goccia che cade; il visibile dentro l’invisibile” (C.M.)

Leggi tutto Cristina Mosca: oceano, sangue, distesa di lava

Maria Laura Di Domenico: pensieri e parole in libertà

Foto Rodolfo Angelosante.jpg

Poesie scelte da Dimitri Ruggeri . In memoriam

Leggi tutto Maria Laura Di Domenico: pensieri e parole in libertà

Poeti d’Abruzzo è partner permanente del W.P.M.

wpm_logo

Dal mese di gennaio 2016 il portale Poeti D’Abruzzo è diventato partner permanente del Movimento Mondiale della Poesia (W.P.M.) nato a Medellin in Colombia nel 2011. L’organizzazione si prefigge di discutere la relazione tra poesia e la pace, la ricostruzione dello spirito umano, la riconciliazione e il recupero della natura, la diversità nell’unità e culturale dei popoli, la povertà materiale e la giustizia poetica, e le possibili azioni da intraprendere a favore della “globalizzazione” della poesia.

Uno degli obiettivi è quello di includere la maggior parte dei maggiori festival internazionali di poesia, nonchè  poeti, scuole di poesia e riviste cartacee e virtuali, per aumentare la cooperazione reciproca e stimolare l’individuo e la voce collettiva. Leggi il manifesto

 

Roberto Maviglia: come telo di ragno

mr

Poesie scelte da Dimitri Ruggeri 

Leggi tutto Roberto Maviglia: come telo di ragno

Nino Iacovella: Caduta libera (Tetraplegy)

Nino Iacovella

Poesie scelte da Dimitri Ruggeri 

Leggi tutto Nino Iacovella: Caduta libera (Tetraplegy)

Maurizio Cichetti: lasciate che il massacro evapori

Cicchietti

Poesie scelte da Dimitri Ruggeri – “I versi migliori -gli unici veri?- sono quelli che ti si presentano, come una legge scolpita, nel dormiveglia, o in qualche anfratto del tempo che scorre. È quando la parola viene a patto con una sorta di delirio, di accensione febbrile. Poi c’è solo l’ascolto, la piccola, fragile attesa di un dopo” (M.C.)

Leggi tutto Maurizio Cichetti: lasciate che il massacro evapori