Valter Marcone: le cose di ogni giorno

Valter MArcone

Poesie scelte da Dimitri Ruggeri – “[…] la poesia diventa un tentativo di sillabare la giusta misura delle cose attingendo dalla biografia personale e collettiva, ripercorrendo, nel gioco della memoria, attimi di vita sparsi in frammenti, detriti e campioni da raccogliere e custodire”. (V.M.)

*

Il tempo si fa corpo

Il tempo s’addormenta
tra la polvere e le muffe
dell’antica casa
ai piedi del colle,
là al limite della pianura
dove il ragno solitario
ricama la sua tela.
Il tempo si fa corpo
e quello che resta
è l’ambigua definizione
della vita
quando non riesce più
nemmeno a dormire
con la polvere e le muffe
del suo tempo.

*

Il tuo stesso dolore

Mio è il tuo stesso dolore
segreto,
ed è come ascoltare
il suono fondo e la voce rara
della campagna
appena…
appena mescolato
con uno sguardo verde d’erba
nella stagione buona,
quella delle parole ospitali,
ed è tutta una sfolgorata,un poco dolce,
un poco amara,
di consolazioni.
Anche questo dolore passerà
e questa solitudine, anche.

*

Uno sguardo sognante negli occhi palpitanti ,
travestimenti e trasformazioni
si inginocchiano come mille visioni
con un solo palpito lungo e inquieto;
le fantasticherie della carne
immerse in un mare che batte sul davanzale
azzurro e su tutta la linea lontana
del paesaggio sotto il sole
che riaccende i pastelli che hanno scarabocchiato
alberi, case, campi, montagne
e grandi macchie dai contorni inespressi;
un impasto timbrico d’una sintassi tonale
spreca le variazioni dell’amore
e riaccende il tema in un’esplosione,
senza controllo:
il cantare libero di un mondo di desiderio.

*

Ritorna il desiderio di te

Ho sognato stanotte. Ed era
come vederti camminare accanto a me .
Un presentimento di buon tempo
quando si sentono passi
per le scale e la sorpresa è grande :
– così all’improvviso, chi poteva pensarlo –
si dice poi ad alta voce
nascondendo il desiderio d’un’attesa
consumata sbattendo tuorli d’uova
con cucchiai di zucchero
per riempire la cucina del profumo
di ciambelle e marmellata.
Diciamo sempre : -Per riguardo ai bambini
le favole che raccontiamo loro
continuano ad essere a lieto fine –
perché piace a noi e perché
è così che vorremmo le cose della vita
che sovente non lo sono – a lieto fine – .
E lieto dopo il sogno di stanotte
ritorna il desiderio di te
ed è l’unico finale che si addice
al mio sogno.
Per il mio sogno non conosce pace
questo desiderio che rammenta ogni ricordo
e non riesce a liberarsi mai
da questo silenzio che ora
è un dilemma che s’affolla
nel folto controvento con altre memorie
nel cuore che resta colmo
della tua mancanza.

*

T’amerò come allora

Ci sono sere che mi domando
t’amerò come allora
qualche volta ancora.
T’ho amato per tutte le donne
che non ho conosciuto
per le stagioni e i giorni
che non ho vissuto
per l’odore del pane fresco
che rincorro al mattino
tra i vicoli deserti
dove cammino sotto lo sguardo
delle finestre semichiuse.
Abbiamo ancora lo stesso sogno,
sussurro a me stesso, ma non è così:
io da solo non riesco
non riesco a farlo vivere io da solo.
Ho un grande desiderio oggi
stracolmo d’inganni, di te
e del tuo corpo.
Perché io cheti il mio strazio
innamorato di desiderio
solo due cose posso fare
descrivere questo desiderio
come un’erba dolce amara
che avvelena la gola e soffoca
i polmoni
e non aggiungere l’ultima frase
perduta al di là di una parete
di nebbia e d’anni.

[…]

Valter Marcone è nato a Sulmona.Viaggiatore in una periferia di provincia vissuta ed osservata da un flaubertiano uomo ordinato e normale come un borghese colpito da straniamenti, folgorazioni, attimi di vita e di morte da cui non riesce a prendere le distanze, incapace di tirarsi indietro, una volta chiusa alle spalle la porta di casa.Un parlare alle cose e con le cose in un’ antropologia disumana e quotidiana con il solo intermediario della parola fatta vocazione contro dispersione dell’incomunicabilità ,della futilità non tanto per se stesso ma per dare voce a cammini comuni. Blogger e articolista recensore partecipazione a volumi collettivi e raccolte individuali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...